lecopertine
La copertina americana di “334”, di Thomas Disch (1972), è uguale alla copertina italiana di “Degenerazione”, di Kathe Koja (1995): http://iccu01e.caspur.it/ms/internetCulturale.php?id=oai%3Abncf.firenze.sbn.it%3A21%3AFI0098%3AArsbni2%3ALO10384544&teca=Bncf

A parte questo, sono due libri notevoli.

La copertina americana di “334”, di Thomas Disch (1972), è uguale alla copertina italiana di “Degenerazione”, di Kathe Koja (1995): http://iccu01e.caspur.it/ms/internetCulturale.php?id=oai%3Abncf.firenze.sbn.it%3A21%3AFI0098%3AArsbni2%3ALO10384544&teca=Bncf

A parte questo, sono due libri notevoli.

Di nuovo l’ottima Biblioteca del Minotauro. L’immagine è l’Abbazia nel querceto di Caspar David Friedrich, che è stata utilizzata varie volte (vedi ad es. http://lecopertine.tumblr.com/post/352650876/1992-non-la-segnaliamo-certo-per-la-sua)

Di nuovo l’ottima Biblioteca del Minotauro. L’immagine è l’Abbazia nel querceto di Caspar David Friedrich, che è stata utilizzata varie volte (vedi ad es. http://lecopertine.tumblr.com/post/352650876/1992-non-la-segnaliamo-certo-per-la-sua)

Trotula di Paola Presciuttini e Il Maestro del Giudizio Universale di Leo Perutz hanno la stessa copertina, ossia “Destino” di John William Waterhouse.

Trotula di Paola Presciuttini e Il Maestro del Giudizio Universale di Leo Perutz hanno la stessa copertina, ossia “Destino” di John William Waterhouse.

Per la serie “duplicati”: la copertina di “La sorella di Freud” è un ritaglio di quella de “Il trentesimo anno”.

Per la serie “duplicati”: la copertina di “La sorella di Freud” è un ritaglio di quella de “Il trentesimo anno”.

E ora facciamone una con due.

E ora facciamone una con due.

Questa copertina è uguale a un’altra, ma non ci ricordiamo quale. Il dipinto, celebre, è di Chagall.
(P.s. eccone una e un’altra e un’altra ancora, ma ce n’era un’altra più nota).

Questa copertina è uguale a un’altra, ma non ci ricordiamo quale. Il dipinto, celebre, è di Chagall.

(P.s. eccone una e un’altra e un’altra ancora, ma ce n’era un’altra più nota).

Una copertina che fa Eco all’altra (ahahahahaha… ahem… sigh…). Le copertine del Dialogo tra Tullio Regge e Primo Levi e di Sulla letteratura dell’Umbertone erano uguali, poi però Einaudi deve aver chiamato qualche grafico skillato per differenziarsi.

La famosa “Abbazia nel querceto” di Caspar David Friedrich. E’ il doppione di “La valle incantata" di Musil.

La famosa “Abbazia nel querceto” di Caspar David Friedrich. E’ il doppione di “La valle incantata" di Musil.

Non solo questa copertina è bruttissima e non c’entra nulla con il libro, ma è anche il duplicato (a questo punto triplicato) di altre due copertine.

Non solo questa copertina è bruttissima e non c’entra nulla con il libro, ma è anche il duplicato (a questo punto triplicato) di altre due copertine.

Sempre per la serie “duplicati”, questo “Survival of God etc" condivide la copertina con Ti con zero. L’immagine è “Dinamica circolare” di Marina Apollonio.

Sempre per la serie “duplicati”, questo “Survival of God etc" condivide la copertina con Ti con zero. L’immagine è “Dinamica circolare” di Marina Apollonio.