lecopertine
da https://twitter.com/narrazioni
f-featherbrain:

Dardo Battaglini, cover for Nell’aria e nel mare by Amedeo Diacci, 1920s



Non abbiamo trovato traccia di questo autore, che è un segno positivo.

f-featherbrain:

Dardo Battaglini, cover for Nell’aria e nel mare by Amedeo Diacci, 1920s

Non abbiamo trovato traccia di questo autore, che è un segno positivo.
La copertina americana di “334”, di Thomas Disch (1972), è uguale alla copertina italiana di “Degenerazione”, di Kathe Koja (1995): http://iccu01e.caspur.it/ms/internetCulturale.php?id=oai%3Abncf.firenze.sbn.it%3A21%3AFI0098%3AArsbni2%3ALO10384544&teca=Bncf

A parte questo, sono due libri notevoli.

La copertina americana di “334”, di Thomas Disch (1972), è uguale alla copertina italiana di “Degenerazione”, di Kathe Koja (1995): http://iccu01e.caspur.it/ms/internetCulturale.php?id=oai%3Abncf.firenze.sbn.it%3A21%3AFI0098%3AArsbni2%3ALO10384544&teca=Bncf

A parte questo, sono due libri notevoli.

di che si nutrono le sfingi?

di che si nutrono le sfingi?

f-featherbrain:

Ballatine Books Reprint, 1960s
Artist: Barbara Remmington.

f-featherbrain:

Ballatine Books Reprint, 1960s

Artist: Barbara Remmington.

No, non è quello che pensate.
Il testo: http://archive.org/stream/almanaccopurgati00fireuoft/almanaccopurgati00fireuoft_djvu.txt
Ed altro: http://leorugens.wordpress.com/2012/12/28/8-almanacco-purgativo-veri-o-falsi-falsi/
Tra le tante edizioni, quella del 1962 resta la più fine.

Tra le tante edizioni, quella del 1962 resta la più fine.

Certo è un po’ banale ma sempre meglio della copertina delle nuove edizioni, grigia e con quei due tasselli verde innominabile.

Certo è un po’ banale ma sempre meglio della copertina delle nuove edizioni, grigia e con quei due tasselli verde innominabile.