lecopertine
La traduzione italiana comprende il commento, tra dotto e fastidioso, di G. Dossena.

http://videogiocando.blogosfere.it/2010/01/per-saperne-di-piu-i-giochi-e-gli-uomini-di-roger-caillois.html

La traduzione italiana comprende il commento, tra dotto e fastidioso, di G. Dossena.

http://videogiocando.blogosfere.it/2010/01/per-saperne-di-piu-i-giochi-e-gli-uomini-di-roger-caillois.html

Anche i cattivi maestri possono fare simpatiche copertine.
Da: facebook.com/eschatonit

Anche i cattivi maestri possono fare simpatiche copertine.
Da: facebook.com/eschatonit

The Pale King in Yellow, la serie televisiva in cui Davide Fostero Ualaccio incontra i Trui Detecti: succedono cose strane all’agenzia delle diogane di Peonia, AIUOA: ive rubate, effe ventiquattri che si trasformano in effe trentacinqui, persone morte. Una fizzione che vi condurrà fino ai suburbi della città maledetta di CARCHECOSA, dove il postmoderno e la teoria del caos sposano gli incubi di Louecrafto.

Ed è tutto uero: http://kinginyellow.wikia.com/wiki/The_Pale_King

The Pale King in Yellow, la serie televisiva in cui Davide Fostero Ualaccio incontra i Trui Detecti: succedono cose strane all’agenzia delle diogane di Peonia, AIUOA: ive rubate, effe ventiquattri che si trasformano in effe trentacinqui, persone morte. Una fizzione che vi condurrà fino ai suburbi della città maledetta di CARCHECOSA, dove il postmoderno e la teoria del caos sposano gli incubi di Louecrafto.

Ed è tutto uero: http://kinginyellow.wikia.com/wiki/The_Pale_King

L’immagine si intitola “Autumn” ed è di un tale Xavier Mellery.

L’immagine si intitola “Autumn” ed è di un tale Xavier Mellery.

Sembravano castelli di sabbia.

Sembravano castelli di sabbia.

Superflui i commenti (da ff, https://plus.google.com/u/0/112958979346076136154).
Non è tanto la copertina quanto i segnalibri in tema: http://fikr-et.com/41614/512337/ne-yapt/bookmarks.

Non è tanto la copertina quanto i segnalibri in tema: http://fikr-et.com/41614/512337/ne-yapt/bookmarks.

In memoria dei vecchi tempi (qualcuno sa perchè).

In memoria dei vecchi tempi (qualcuno sa perchè).

"Il monte analogo" è un libro di notevole bellezza, intelligenza, chiarezza, e anche gioia. Peccato che le sue copertine siano mediamente brutte. Le migliori probabilmente sono quelle Adelphi e questa è la vecchia, del 1968. C’è anche un disco di Zorn che si chiama "Mount analogue", che ha in copertina un’immagine (volgare come suo solito) di Remedios Varo. Il che dimostra che questo libro così bello ha sorprendentemente dei pessimi estimatori.

"Il monte analogo" è un libro di notevole bellezza, intelligenza, chiarezza, e anche gioia. Peccato che le sue copertine siano mediamente brutte. Le migliori probabilmente sono quelle Adelphi e questa è la vecchia, del 1968. C’è anche un disco di Zorn che si chiama "Mount analogue", che ha in copertina un’immagine (volgare come suo solito) di Remedios Varo. Il che dimostra che questo libro così bello ha sorprendentemente dei pessimi estimatori.

Visto che se ne parla, la copertina della prima edizione del “Re in giallo”, che è verde.

Visto che se ne parla, la copertina della prima edizione del “Re in giallo”, che è verde.